Tu sei qui: Portale Italiano Cosa facciamo Nel Sud del mondo Lista paesi Repubblica del Congo
Strumenti personali

Repubblica del Congo

Intervento internazionale: sostegno economico diretto in molti paesi del Sud del mondo e collaborazioni con enti locali e organizzazioni internazionali.


Breve storia del CISS nel Paese:

Anni di guerra civile hanno prodotto in questo paese un ingente fenomeno di sfollati che si sono concentrati in buona parte nell'area della città di Pointe-Noire, sulla costa atlantica, l'unica a non essere stata raggiunta dalla violenza dei conflitti. Tra i profughi, molti sono i bambini, che a Pointe-Noire vivono spesso in strada, dormendo sui marciapiedi o sui banchi del mercato, dove rischiano ulteriori violenze.

A Palermo è nato un movimento di solidarietà con Pointe-Noire e con questi bambini, che si è attivato per raccogliere aiuti destinati alla realizzazione di una struttura di accoglienza, utilizzando un immobile incompleto di proprietà della locale diocesi, presso la parrocchia del Santo Spirito nel quartiere di Mpaka, che già offre assistenza a questi orfani.

 
Fasi storiche fondamentali:

A fine '800 il territorio congolese, dopo essere stato occupato dagli imperi Loango e Bakongo, prima, e portoghese, dopo, è passato sotto l’amministrazione francese, a seguito della firma di accordi tra le autorità parigine e le comunità locali.
Nel 1910 il Congo è divenuto ufficialmente una colonia francese con Brazzaville capitale e nel 1960 ha ottenuto l’indipendenza sotto Fulbert Youlou. Il primo presidente nel 1963 venne rovesciato da un golpe. Alphonse Massaia-Débat, dopo aver preso il potere, instaurò un regime marxista appoggiato dalla Cina. Nel 1968 anche Débat venne rovesciato da una giunta militare capeggiata da Maurien Ngouabi, a sua volta assassinato nel 1977 per fare posto al generale Joachim Yhombi-Opango.
Nel 1979 il colonnello Denis Sassou Nguesso succedette a Opango, riuscendo a dare un minimo di stabilità al paese. Nguesso venne eletto nel 1984 e nel 1989 in consultazioni farse, vista la mancanza di oppositori. La crescente opposizione interna costrinse Nguesso a varare una nuova Costituzione nel 1991 e a organizzare delle elezioni credibili nel 1992, in cui venne sconfitto da Pascal Lissouba. La tensione tra i due politici aumentò negli anni successivi, fino a portare allo scoppio di una guerra civile nel 1997 che vide uscire vincitore Nguesso, sostenuto dalle truppe angolane. Lissouba e il suo primo ministro Bernard Kolélas fuggirono dal paese. Il conflitto tra le due fazioni provocò la morte di 10.000 persone e distrusse la capitale.
Nel 2001 Lissouba e Kolélas sono stati condannati in contumacia per crimini di guerra e tradimento, mentre ai loro seguaci venne garantita l’amnistia.
Nel 2003 è scoppiata una nuova ribellione guidata da Pasteru Ntoubi nella regione di Pool. I Ninja, così sono chiamati i ribelli, impegnarono le forze fedeli al presidente per più di un anno prima di firmare un accordo di pace che prevedeva il disarmo dei ribelli e il loro reintegro nella società civile. Al momento il programma non è stato ancora avviato vista la mancanza di fondi, creando problemi di sicurezza: gli ex-ribelli si sono divisi in varie bande armate di delinquenti, che saltuariamente lanciano attacchi contro civili, soldati o organizzazioni umanitarie. All'inizio del 2006, proprio per le precarie condizioni di sicurezza, la Croce Rossa Internazionale ha dovuto sospendere per alcune settimane le operazioni nella regione del Pool.


Assetto politico amministrativo:

La repubblica del Congo è una repubblica presidenziale e multipartitica.
Il presidente della Repubblica, eletto a suffragio universale ogni sette anni, è anche capo del governo. Il potere legislativo spetta a un Parlamento bicamerale, costituito da un’Assemblea di 153 membri (rinnovata ogni cinque anni) e di un Senato di 66 membri (rinnovato ogni sei anni).
Il sistema giudiziario si basa sul diritto francese e sulle consuetudini locali. È in vigore la pena di morte, ma da più di due decenni non vengono eseguite sentenze capitali.
La capitale è Brazzaville.

 
Caratteristiche geografiche:

La Repubblica del Congo è situata nella parte centroccidentale dell'Africa subsahariana, a cavallo dell'Equatore. Il paese ha una supreficie di 342.090 Km² e confina con Camerun e Repubblica Centrafricana a NORD, Repubblica Democratica del Congo a EST e SUD, Angola a SUD-OVEST, Gabon a OVEST.
Il territorio è caratterizzato da una fascia costiera pianeggiante, procedendo verso l'interno si incontrano dapprima delle alture e in seguito una vasta zona di altopiani ricoperti di foresta tropicale. Il paese è attraversato dal fiume Congo 1000 Km (tratto congolese, totale 4374 Km). Il monte principale è il Monts de la Lékéti 1040 m.

Il clima è tropicale, con temperature elevate e un alto grado di umidità; nonostante la fredda corrente di Benguela abbia un effetto mitigante sulla zona costiera, la temperatura media è intorno ai 23,9 °C. In quasi tutto il paese si hanno due stagioni secche e due piovose; le precipitazioni vanno in media dai 1.520 mm ai 2.030 mm annui e sono più abbondanti nelle zone montuose.

 
Lingua:      
FRANCESE (LINGUA UFFICIALE), KONGO, TEKE.
Altro:      
RELIGIONE: ANIMISTA 48%, CATTOLICA 40%, PROTESTANTE 10%, MUSULMANA 2%. MONETA: FRANCO CFA.

Azioni sul documento