Tu sei qui: Portale Italiano Press News A Lisbona uno scambio di competenze ed esperienze tra operatori sociali ed educatori.
Strumenti personali

A Lisbona uno scambio di competenze ed esperienze tra operatori sociali ed educatori.

Quali le buone pratiche per individuare le vittime di Tratta e monitorare il fenomeno?

"CONNECT" è un progetto, finanziato dall'Unione Europea e realizzato dal CISS, obiettivo è dare un contributo nella prevenzione, assistenza e lotta alla tratta degli esseri umani in Europa; si realizzerà contemporaneamente in Italia, Portogallo e Romania, dove la tratta di esseri umani e il fenomeno della tratta delle donne, in particolare, hanno una dimensione considerevole.
Si intende creare una rete di collaborazione internazionale per affrontare le lacune dei sistemi di riferimento nazionali e favorire lo scambio delle migliori esperienze e pratiche per prevenire il fenomeno.

La prima fase del progetto riguarda un ciclo transnazionale di laboratori itineranti promossi dalle associazioni CISS (Italia), Pro Prietania (Romania), UMAR (Portogallo) dedicati ai temi della protezione, repressione e prevenzione della Tratta.

Il primo workshop 'Portuguese Referral Mechanism and Monitoring System on THB Lisbona', organizzato dall'associazione partner União de Mulheres Alternativa e Resposta (UMAR)*, si terrà a Lisbona nei giorni 23 e 24 luglio. Il laboratorio coinvolgerà circa 70 persone e permetterà ai partecipanti di conoscere le procedure di identificazione delle vittime di Tratta di esseri umani e i sistemi di monitoraggio, a partire dal quadro normativo e dal Piano Anti Tratta Nazionale Portoghese.

In Portogallo è attivo l’Osservatorio portoghese contro la Tratta; attraverso l’Osservatorio i partecipanti studieranno il Meccanismo di Riferimento Nazionale del Portogallo, con particolare attenzione agli strumenti di monitoraggio per la raccolta, trattamento, analisi e condivisione delle informazioni sulle vittime della tratta.

programma di lavoro 23/24 luglio

Un secondo laboratorio sarà organizzato ad Arad in Romania nel mese di settembre, riguarderà lo scambio di buone pratiche nell'ambito dell'assistenza e della protezione delle vittime, oltre ai meccanismi di repressione, a partire dall’esperienza delle rete inter-istituzionale rumena.

Un terzo workshop riguarderà il tema della prevenzione della tratta e si terrà a Palermo nel mese di marzo 2015. L'evento sarà costruito con la partecipazione attiva dei rappresentanti di associazioni, istituzioni ed enti che prenderanno parte al percorso formativo nelle due tappe all'estero.


* L'associazione locale União de Mulheres Alternativa e Resposta è nata nel 1976 in Portogallo, possiede un centro di documentazione sulle tematiche di genere e gestisce due centri di accoglienza e protezione per le donne vittime di violenza, incluse le vittime di tratta. UMAR siede al tavolo di coordinamento interistituzionale contro la tratta di esseri umani istituito in Portogallo a livello nazionale.

 

guarda le foto del progetto...